ARMATURA DEL CAVALIERE DELLA FIAMMA

È l'armatura indossata dal Cavaliere seguace di Gigars, e ad esclusione, dovrebbe essere di bronzo, anche se non ci sono elementi certi a riguardo. Non è ufficialmente noto a che costellazione appartenga, ma tra i fans l'opinione più diffusa è che corrisponda alla Fornace. Non esiste nel manga.

Episodi: 22

Indossata da: Cavaliere della Fiamma (anime)

Numero pezzi: 11

Armi / pezzi speciali: Nessuno.

Anime

Storia: La storia dell'armatura del Cavaliere della Fiamma è totalmente sconosciuta. Come tutte le armature di Atena normalmente si trova in uno scrigno o Pandora Box, che però non è mai stato mostrato. Non vi sono particolari miti che la riguardano, e il Cavaliere è il suo unico proprietario conosciuto. Copre una buona percentuale del corpo, nella media delle armature di bronzo viste nell'anime, ed ha una discreta resistenza ai colpi. Come tutte le armature, è dotata di una vita propria, può essere indossata solo in difesa della giustizia e "muore" in caso di danni troppo pesanti. Danni minori invece si riparano da soli col tempo, e la cosa avviene più in fretta se la corazza è riposta nel suo scrigno.

Subisce danni minimi nello scontro con Phoenix, anche se ciò è principalmente dovuto al fatto che il Cavaliere colpisce con il Fantasma Diabolico e non con le Ali della Fenice.

Descrizione: L'armatura del Cavaliere della Fiamma è composta da 11 pezzi: due schinieri, che vanno dal piede al ginocchio, due ginocchiere, che coprono parte della coscia, un cinturino, un pettorale/schienale, due coprispalla, due bracciali e l'elmo. I colori principali sono rosso e arancione.

Vediamo ora i pezzi uno per uno:

L'elmo è a maschera, ovvero incornicia il viso da tutte le direzioni, ma lascia scoperto il resto della testa. Quasi completamente rosso, con la sola eccezione di una parte triangolare al centro della fronte, ha la forma di vampe fiammeggianti che si estendono verso l'alto e verso i lati, terminando in numerose piastre appuntite di spessore variabile. Al centro della fronte, si incunea leggermente verso il basso, scendendo in mezzo agli occhi fino alla cima del setto nasale, dove si apre per far spazio al viso. La maschera circonda le sopracciglia e segue la forma degli occhi fino agli angoli, prima di piegarsi sugli zigomi e scendere diagonalmente verso il mento, proteggendo nel frattempo le guance. Proprio dalle guance partono verso il centro dei fregi, che terminano a punta vicino al naso, appena sotto gli angoli più interni degli occhi. Un fregio simile si trova sotto il mento, e si estende verso il labbro inferiore. Le fiamme sulle tempie non sono parallele al resto della maschera, ma angolate di circa 45 gradi posteriormente, in modo da coprire totalmente le orecchie e proteggere in maniera parziale anche le tempie. Non è visibile nessuna fascia atta a tenere la maschera ferma, quindi è verosimile che sia solo la pressione esercitata sulle tempie da queste piastre laterali ad impedire al pezzo di cadere.

Il pettorale è frontalmente uguale a quello della prima armatura di Pegasus, ovvero ha una forma asimmetrica, ed è molto più coprente sulla schiena che sul torace. Completamente rosso, ha una grossa piastra triangolare in corrispondenza del cuore. La parte superiore di questa piastra si aggancia al pettorale sinistro, mentre da quella inferiore destra parte una lunga e sottile fascia, che attraversa orizzontalmente il resto del torace e si aggancia allo schienale. Un'altra fascia, di gran lunga più breve, attacca l'angolo inferiore sinistro della piastra al resto dello schienale, passando lungo il fianco e sotto l'ascella. Lo schienale ha una bizzarra forma a W, con i due margini laterali superiori che si agganciano ai bordi posteriori inferiori dei coprispalla, appena sopra il punto di contatto delle fasce del pettorale. Lascia del tutto scoperta la zona alla base del collo, partendo praticamente da metà delle scapole e proteggendo per qualche centimetro la colonna vertebrale. La barra centrale è molto corta e si inserisce nello spazio tra le scapole, mentre le due laterali scendono verso la cintura fino a toccarla, restringendosi sempre di più fino a terminare a punta. Queste due fasce non sono del tutto verticali, ma leggermente arcuate verso l'esterno. Il fregio più evidente, sempre arancione a forma di fiamme, si trova sulla piastra che copre il cuore. Nell'episodio, il retro della maglietta è erroneamente colorato di rosso dando l'impressione che sia parte dell'armatura, ma i settei chiariscono che non è così.

I coprispalla sono concavi e leggermente angolati. Inizialmente orizzontali, all'altezza di metà clavicola si piegano arrotondandosi leggermente verso l'alto. Si estendono verso fuori partendo dalla base del collo e superano di qualche centimetro l'articolazione del braccio. Verticalmente, coprono per pochi centimetri la spalla, andando oltre la clavicola, ma l'impressione generale è che siano stati pensati per proteggere da colpi vibrati dall'alto più che da attacchi frontali. Pur andandoci vicini, i coprispalla sono troppo piccoli per toccare l'elmo, ma quello sinistro si sovrappone anteriormente alla protezione per il cuore del pettorale. Dietro le spalle invece entrambi si sovrappongono allo schienale. Sempre dietro le spalle, entrambe hanno una sorta di fregio a forma di uncino o spuntone, che si estende di qualche centimetro verso l'interno e verso il basso, superando il resto del bordo del pezzo. Sono rossi sull'interno e arancioni verso l'esterno, con i soliti fregi a forma di fiamme.

I bracciali sono praticamente dei cilindri, che si estendono fino al gomito da un lato, e fino a metà delle dita dall'altro. La parte che copre la mano è rigida sul dorso e flessibile sul palmo ed in corrispondenza delle varie articolazioni delle dita, in modo da permettere di serrare a pugno. Le nocche sono ulteriormente rinforzate. Un altro snodo si trova all'altezza del polso, e permette di articolare quest'ultimo come si deve. La presenza di questi snodi suggerisce che in alcuni punti l'armatura abbia un pò di "metallo extra", estensibile. Sono decorati sul dorso da dei fregi arancioni a forma di fiamme, che riprendono i motivi sui coprispalla ed il pettorale. Sembrano leggermente più lunghi sui lati e sul retro dell'avambraccio, coprendo il gomito ma permettendo comunque al Cavaliere di piegare l'arto. A differenza di quelli di Pegasus e compagni infatti, proteggono in maniera uniforme il dorso e il ventre del braccio.

La cintura, che come detto sul retro è contigua con la protezione per la schiena, è simile a quella di Asher. Lungo la vita, è formato da una normale cintura rigida, che però al centro si allunga in due fasce verticali lungo l'inguine e il fondoschiena, proteggendoli entrambi. Queste due fasce si congiungono in mezzo alle gambe, dando al cinturino la forma di un bizzarro costume da bagno. Al centro, la cintura ha una fibbia arancione triangolare, ed altre due piastre, stavolta rotonde, sono evidenti sui vertici laterali. La mancanza di fasce laterali lascia indifese le anche e la cima delle gambe, ma permette al Cavaliere completa mobilità. La cintura è prevalentemente arancione, mentre la fascia sull'inguine e le fibbie laterali sono rosse.

Le ginocchiere sono in realtà dei veri e propri copricoscia, che partono dal ginocchio e salgono, nel loro punto più alto, fin quasi al bacino. Hanno una forma un pò strana ed asimmetrica perchè, dopo aver circondato la base della coscia in modo piuttosto uniforme avvolgendola su tutti e quattro i lati, si allungano principalmente su quello esterno, lasciando scoperti quello interno, quello anteriore e quello posteriore. Sono quindi particolarmente utili per proteggere da attacchi laterali, mentre lasciano in parte vulnerabili contro assalti frontali. Il bordo interno e quello superiore non sono uniformi, ma riproducono delle lingue di fuoco, tra l'altro leggermente diverse da lato a lato, che si estendono verso l'alto. Ovviamente, queste lingue sono in realtà sottili piastre metalliche che compongono parte della protezione per la coscia. Il bordo inferiore si aggancia con la parte superiore degli schinieri, che protegge il ginocchio vero e proprio.

Gli schinieri coprono per intero la gamba, dalla punta del piede fino al ginocchio, sia davanti che dietro. Lo stesso piede è coperto anche sotto la pianta, alla caviglia ed al tallone. Allargati in corrispondenza del polpaccio, gli schinieri hanno in cima una piastra ovale, che copre la vera e propria articolazione del ginocchio. La parte posteriore di questa piastra è, insieme alla caviglia, l'unico pezzo flessibile degli schinieri, e permette di piegare completamente il ginocchio. Entrambi gli schinieri sono arancioni, con fregi rossi a forma di fiamme che, partendo dal centro si estendono lateralmente e verso il basso. La protezione per il piede ricopre ugualmente tacco, pianta e dorso, articolandosi con il resto della caviglia attraverso degli snodi rotondi all'altezza dei malleoli.

Armi Speciali / Poteri: L'armatura non è dotata di armi o poteri speciali conosciuti, ma è molto probabile che offra una maggiore resistenza al calore rispetto alle altre corazze. La maschera inoltre si illumina quando il Cavaliere della Fiamma attacca, come se potesse assorbire e trattenere parte del suo potere, o forse persino potenziarlo. È verosimile che, come ogni armatura di bronzo, congeli a - 190 C.

Totem

Il totem di quest'armatura non viene mai mostrato nella serie.

Vestizione

La procedura di vestizione di quest'armatura non viene mai mostrata nella serie.

Scrigno

Come tutte le armature, è verosimile che anche questa sia dotata di uno scrigno, o Pandora Box, in cui riporla in forma assemblata, ma non viene mai mostrato nella serie.

Manga

Quest'armatura non esiste nel manga.