LUCERTOLA

E' l'armatura indossata da Eris nell'anime e nel manga. Appartiene alla stirpe delle armature d'Argento e non cambia mai forma nel corso della serie. Oltre ad Eris, è indossata anche da un Cavaliere sconosciuto del 1700. Ne esiste anche una versione Surplice.

Episodi: 24-25; manga n 5-6 (edizione StarComics); Episode G 18 (35 e 36 italiani). Lost Canvas n 1 (1 e 2 italiani). Lost Canvas episodio 3.

Indossata da: Eris (Anime), Misty, sconosciuto (manga).

Numero pezzi: 9

Armi / pezzi speciali: Nessuno

Anime

Storia: Le origini dell'Armatura della Lucertola sono avvolte nel mistero e neanche il luogo in cui essa è normalmente custodita è ufficialmente conosciuto, anche se le due località più probabili sono la Francia ed il Grande Tempio. Come tutte le armature di Atena è normalmente riposta in uno scrigno o Pandora Box (vedi più in basso). Non vi sono particolari miti che la riguardano, ed ha avuto almeno due proprietari conosciuta nella storia. Copre una buona percentuale del corpo, nella media delle armature di argento viste nell'anime, ed ha una buona resistenza ai colpi. Come tutte le armature, è dotata di una vita propria, può essere indossata solo in difesa della giustizia e "muore" in caso di danni troppo pesanti. Danni minori invece si riparano da soli col tempo, e la cosa avviene più in fretta se la corazza è riposta nel suo scrigno.

Nel corso della serie non viene mai realmente danneggiata. Abbandonata sul cadavere di Eris in seguito alla sconfitta di quest'ultimo per mano di Pegasus, viene in seguito verosimilmente riportata da qualcuno al Grande Tempio.

Descrizione: L'armatura è composta da 9 pezzi: due schinieri, che vanno dal piede al ginocchio; due ginocchiere, che coprono la rotula; un cinturino, che copre la vita e parte dell'addome; due bracciali, che vanno dalle dita ai gomiti; un blocco centrale, che include pettorale e coprispalla e protegge il torace; il diadema. Il colore principale è il bianco argentato, con decorazioni in blu, rosso e verde. Vediamo ora i pezzi uno per uno:

L'elmo è a diadema e, pur circondando quasi per intero la testa, è più massiccio sulla fronte e le tempie, lasciando scoperti la nuca e la maggior parte del cranio. E' tenuto sul posto da una fascia metallica, piatta e sottile, che, partendo all'altezza delle orecchie si estende per tre quarti dietro la testa, stringendo abbastanza da tenere il pezzo sul posto senza lasciarlo scivolare. La larghezza della fascia resta uniforme man mano che ruota attorno al cranio. La stessa fascia è presente sulla fronte, dove va da una tempia all'altra, partendo e terminando con le grosse protezioni triangolari delle orecchie. Rispetto alla metà posteriore, la fascia anteriore è più larga ed il bordo superiore è leggermente obliquo verso l'alto, cosicchè il pezzo diventa un pò più grande man mano che si va verso il centro della fronte. Sulla fronte, il bordo inferiore si inclina verso il basso, formando una V abbastanza larga che scende per qualche millimetro verso lo spazio tra gli occhi, senza tuttavia ostacolare la visuale di Eris. Sulle tempie, la fascia è ornata da quattro rombi rossi, due per parte. Sono disposti in maniera simmetrica, con quelli più vicini al centro che sono decisamente più grandi dei due più distanti. La particolarità più ovvia del diadema è la grossa piastra a forma di rombo che, trovandosi perfettamente al centro della metà anteriore del pezzo, sormonta la fronte. Disposta perpendicolarmente rispetto al resto, punta verticalmente verso l'alto e il basso. La punta inferiore si incastra nell'apertura a V della fascia, mentre quella superiore si estende di vari centimetri verso l'alto, andando ben al di sopra dei capelli di Eris e restringendosi gradualmente fino a terminare a punta. Il rombo non è uniforme, visto che la parte inferiore è decisamente più larga e corta rispetto a quella superiore. Al centro, è ornata da una gemma ovale verde. Più o meno da metà di questa piastra partono due triangoli metallici diagonali, che la congiungono con la fascia principale, arrivando quasi al bordo della protezione per le orecchie. Pur abbastanza largo, questo dettaglio non è molto grande e protegge una minima porzione di tempia. Esattamente sui lati, una di fronte all'altra, si trovano le protezioni per le orecchie, ovvero due piastre metalliche triangolari disposte perpendicolarmente rispetto al resto del pezzo in modo da puntare verticalmente verso l'alto e il basso. Questi due pezzi sono più larghi in corrispondenza della fascia, e si restringono man mano che salgono o scendono. Superano decisamente il bordo del diadema in entrambe le direzioni, scendendo in modo da coprire le orecchie e gli zigomi, fino all'angolo della mascella. Verso l'alto, superano di alcuni centimetri la testa, svettando tra i capelli, e sembrano essere alte quanto, o appena meno del rombo centrale. In alcune immagini sembra che siano leggermente angolate posteriormente, ma potrebbe essere un effetto ottico. A parte la gemma verde ed i fregi rossi, il pezzo è totalmente bianco.

Il blocco centrale è composto da pettorale e coprispalla. Ha delle forme tondeggianti ed è relativamente piccolo, coprendo solo la metà superiore del torace e parte della schiena. Sul lato anteriore, si tratta sostanzialmente di una spessa placca metallica che riproduce i contorni dei muscoli pettorali, proteggendo il cuore ed i polmoni e restringendosi leggermente al centro, in corrispondenza dello sterno. Il bordo superiore è a girocollo, disegnando un semicerchio che lascia scoperta la gola ed il manubrio dello sterno, per poi salire di nuovo verso i coprispalla. Il bordo inferiore al centro ha un pezzo vagamente ovale, che si estende per diversi centimetri verso il basso, superando di gran lunga il resto del pettorale e coprendo la parte finale dello sterno. Verso l'alto, questo pezzo si incunea nel resto del pettorale, con le piastre per il torace che gli terminano attorno, mentre verso il basso si sovrappone alla fascia verticale per l'addome che termina nella cintura. Il bordo inferiore è decorato da cinque piccoli fregi ovali. Dai bordi inferiori laterali del pettorale partono le fasce metalliche che girano sui fianchi e lungo le ascelle, andando a formare la protezione per la schiena. Quest'ultima, raramente visibile perchè di solito coperta dai capelli di Eris o dal mantello, sembra composta da due piastre squadrate in corrispondenza delle scapole, ma è aperta al centro e lascia indifesa la colonna vertebrale. È altresì possibile però che questa fessura si chiuda nel momento in cui il pezzo viene indossato, suggerendo la presenza di uno snodo all'altezza dei fianchi, anche perchè in un'immagine la schiena sembra completamente coperta. L'impressione è che comunque non parta dalla base del collo ma da qualche centimetro più in basso, riproducendo la scollatura che si trova sul torace. I bordi superiori laterali di pettorale e schienale sono coperti dai coprispalla. Forse il modo migliore per descrivere questi ultimi è dire che hanno praticamente la forma di un'unghia adunca, o comunque di un triangolo arrotondato, piegato sui bordi e con la punta leggermente inclinata verso il basso. Concavi, con i lati piegati in modo da sovrapporsi leggermente a pettorale e schienale, partono abbastanza distanti dal collo e si estendono verso l'esterno per diversi centimetri, terminando a punta. A seconda delle immagini sembrano orizzontali o leggermente arcuati, dando l'impressione di essere appena più alti al centro, prima di piegarsi e scendere verso la punta. Protettati per difendere da colpi vibrati dall'alto, sono comunque un pezzo abbastanza piccolo, e quando Eris stende le braccia coprono solo fino a metà bicipite. Quando il Cavaliere alza il braccio, ruotano su uno snodo con pettorale e schienale, diventando paralleli alla testa. Lo spazio tra il collo ed i coprispalla è spesso coperto dai lembi del mantello che Eris indossa, il cui laccetto è ben visibile sopra il pettorale.

La cintura è un pezzo abbastanza semplice. Si tratta infatti solo di una fascia metallica che ruota attorno alla vita. Spessa pochi centimetri, lascia scoperti l'inguine, i fianchi e le anche. E più larga al vertice anteriore, e su ciascuno degli altri tre lati, al centro, ha una fibbia rotonda, che supera verticalmente in entrambe le direzioni il resto del pezzo per qualche centimetro. Al centro dell'addome, è ornata da un fregio a forma di fiore stilizzato, per lo più composto da una grossa gemma azzurra con i bordi decorati di nero come se fossero petali. Proprio da questo punto parte una sottile fascia metallica, che congiunge la cintura al bordo inferiore centrale del pettorale. Larga appena pochi centimetri ed estremamente sottile, protegge comunque l'aorta addominale. L'impressione è che sia di un qualche metallo flessibile, visto che Eris non ha problemi a piegarsi in avanti o torcere il busto.

I bracciali sono praticamente cilindrici, e proteggono la mano, il polso e l'avambraccio, andando dalle punta delle dita al gomito. La parte che copre la mano è rigida sul dorso e flessibile sul palmo ed in corrispondenza delle varie articolazioni delle dita, in modo da permettere di serrare a pugno. Le nocche sono ulteriormente rinforzate. Un altro snodo si trova all'altezza del polso, e permette di articolare quest'ultimo come si deve. La presenza di questi snodi suggerisce che in alcuni punti l'armatura abbia un pò di "metallo extra", estensibile. A differenza di molti altri pezzi simili, coprono in maniera quasi uniforme il dorso ed il ventre del braccio, con appena una piccola incavatura all'altezza dell'interno del gomito in modo da permettere ad Eris di piegarlo agevolmente. Sul lato più esterno sono ornati da una specie di "pinna", perpendicolare al resto del bracciale, che parte da metà avambraccio e prosegue fino al gomito. Sottile e appuntita, si estende per vari centimetri verso l'esterno, e pur essendo principalmente un pezzo decorativo è probabile che potrebbe essere usata anche come arma. Ha una forma tondeggiante e si restringe progressivamente man mano che scende verso l'avambraccio. Il pezzo è completamente bianco.

Le ginocchiere sono ovali e coprono la rotula, estendendosi verso l'alto sulla coscia e verso il basso, dove si sovrappongono per qualche centimetro allo schiniero. C'è però da dire che un'immagine suggerisce che siano ben più grandi di quel che sembra, e che si incastrino con gli schinieri solo a metà tibia. Lisce e prive di fregi, completamente bianche, sono concave in modo da permettere ad Eris di piegare agevolmente il ginocchio.

Gli schinieri coprono per intero la gamba, dalla punta del piede fino al ginocchio, sia davanti che dietro. Lo stesso piede è coperto anche sotto la pianta, alla caviglia ed al tallone. Allargati in corrispondenza del polpaccio, gli schinieri sul bordo superiore anteriore finiscono sotto le ginocchiere. All'altezza della caviglia vi sono degli snodi, che probabilmente uniscono la protezione per la gamba a quella per il piede e permettono ad Eris di muoversi liberamente. Si indossano come degli stivali, anche se i vari fregi sul fronte e sul retro danno l'impressione che possano essere scomposti in varie parti separate. Attaccata al retro del polpaccio su ciascun lato c'è una piccola "pinna" bianca triangolare, che si estende posteriormente con un angolo di circa 45 verso l'esterno. In alcune immagini però quest'angolo sembra svanire, ed il pezzo è parallelo al resto dello schiniero. Dalla forma triangolare, si allargano man mano che salgono, hanno il bordo superiore piegato verso l'esterno e terminano a punta. Va infine notato che la protezione per il piede non è aderente, ma forma una vera e propria scarpa, con tanto di tacco sotto il tallone.

 

Armi Speciali/Poteri: L'armatura della Lucertola non ha pezzi speciali o poteri. Come tutte le armature d'Argento, congela a -210 C.

Totem

Il totem dell'armatura rappresenta una lucertola, o comunque una specie di rettile a quattro zampe. La testa ed il muso sono formati dal diadema, mentre il grosso del corpo è composto da coprispalla, cintura e pettorale. I bracciali compongono sia le zampe anteriori che la coda, dividendosi in più parti, mentre schinieri e ginocchiere sono le zampe posteriori.

Vestizione

La procedura di vestizione di quest'armatura non viene mai mostrata nella serie.

Scrigno

Come tutte le armature, anche quella della Lucertola dovrebbe essere dotata di uno scrigno, o Pandora Box, in cui riporla in forma assemblata, ma non viene mai mostrato nella serie.

Surplice

Nella serie di Hades, quest'armatura compare brevemente come Surplice tra le aggiunte dell'anime. Visibile per pochi secondi appena, sembra identica alla controparte classica anche se è interamente nera. Anche in questo caso curiosamente ha un mantello, però con il risvolto viola anzichè rosso.

Lost Canvas

L'armatura fa una breve apparizione nell'anime di Lost Canvas, con forme ridisegnate e rese un pò più massiccie per renderla più simile al manga (vedi sotto). A differenza della versione cartacea, gli schinieri sembrano essere stati allungati in modo da coprire anche il piede ed il resto della gamba, fino alla ginocchiera, ma alcune immagini danno l'impressione che sia semplicemente il Cavaliere ad indossare uno stivale bianco sotto l'armatura. In questa versione, la corazza è interamente argentata.

Manga

Nel manga, l'armatura della Lucertola ha alcune differenze rispetto all'anime. Le protezioni per le orecchie del diadema terminano all'altezza delle tempie, dove vengono sostituite da due uncini che affiancano il volto. I coprispalla sono più grossi vicino alla base del collo, mentre il pettorale è più tozzo e piccolo. Sulla schiena, il pezzo è più squadrato e tra le scapole si trova la coda della lucertola, che rientra a formare una specie di aculeo appuntito posto parallelamente alla colonna vertebrale. Manca la fascia addominale che collega pettorale e cintura, ed i bracciali coprono solo il dorso dell'avambraccio, limitandosi a due fasce metalliche sul ventre. Sono inoltre più piccole le pinne, e posizionate in maniera diversa. Le ginocchiere sono uguali, ma gli schinieri sono molto più piccoli e vanno solo dalla caviglia a metà tibia, terminando vari centimetri prima della rotula e lasciando scoperto quasi tutto il piede.

L'armatura compare per varie pagine anche in Episode G. Questa versione segue il manga, ma con varie differenze. Le punte del diadema sono più sottili e lunghe, oltre che inclinate verso l'esterno. I coprispalla ed il pettorale sono leggermente più piccoli e coperti di fregi, mentre i bracciali sono più grandi e coprono anche l'interno del braccio, come quelli del manga. La pinna decorativa inoltre è stata convertita in un uncino per proteggere l'osso del gomito quando l'arto è disteso. La cintura non è più orizzontale ma si piega sui lati, e la fibbia centrale è molto più massiccia. Le ginocchiere sono più grandi e squadrate, e gli schinieri, pur non raggiungendole, coprono in misura maggiore la tibia.

Con forme sostanzialmente simili al manga classico ma più eleganti, l'armatura in questa versione compare anche in una vignetta di Lost Canvas, dove non si notano differenze di sorta.