SAINT SEIYA N21

IL LEONE D'ORO MOSTRA LE ZANNE

(IL LEONE D'ORO DALLE ZANNE SCOPERTE)

Personaggi Presenti: Aiolia, Raimi di Worm, Gigant, Shiryu, Mu, Shaka, Spectre vari.

Data: Incerto. Notte tra 25 e 26 Novembre circa

Lunghezza: 37 pagine

Il primo a farsi avanti è Gigant. Il guerriero chiede ad Aiolia se Saga e gli altri sono già passati di li, ed alla risposta negativa del cavaliere, ipotizza che i tre si siano teletrasportati ad una casa successiva. Aiolia però spiega che sul grande tempio risiede il cosmo di Atena, e quindi nessuno, neppure Mu, può usare la telecinesi per spostarsi da una casa all'altra. Improvvisamente, cinque spectre si staccano dal gruppo ed attaccano Aiolia, ma dal pugno del cavaliere parte un fascio luminoso, che annienta i nemici, i cui corpi precipitano al suolo privi di vita. Ad una tale dimostrazione di forza, gli altri spectre sono intimoriti, e non osano attaccare per paura di fare la stessa fine dei compagni. D'un tratto però, uno spectre avanza dalle retrovie. Intanto, sulla scalinata che porta alla quinta casa, Mu trova i cadaveri di tre spectre, privi delle surplici. Il cavaliere capisce che sono stati uccisi all'unisono e con un colpo solo, senza avere neppure il tempo di reagire, poi osserva meglio i corpi, e nota che uno è congelato, mentre un altro porta una ferita provocata da una lama affilata. Nel vedere ciò, Mu capisce chi ha ucciso i tre guerrieri. Alla quinta casa, lo spectre che si è fatto avanti è Raimi di Worm, della stella Chifuku, e la sua surplice è dotata di numerosi tentacoli. Raimi dice ai compagni di proseguire e subito dopo scompare sottoterra. Obbedendo al compagno, Gigant e gli altri si lanciano verso Aiolia, che si appresta a colpirli. Per un attimo però il cavaliere esita, perché dal gruppo di spectre avverte provenire dei cosmi familiari, poi, quando è pronto ad attaccare, dal sottosuolo spuntano numerosi tentacoli, che lo imprigionano in una morsa fatale, il Worm's Bind. Aiolia tenta invano di liberarsi dai tentacoli, ed intanto gli altri spectre lo circondano. Gigant si appresta ad ucciderlo con uno dei suoi colpi, ma dal sottosuolo emerge un altro tentacolo, che si frappone fra lo spectre e la vittima, e contemporaneamente la voce di Raimi gli dice di proseguire con gli altri. I guerrieri scompaiono all'interno della quinta casa, mentre Raimi, deciso a liberarsi rapidamente di Aiolia, lancia il suo tentacolo contro la testa del cavaliere. Con un gesto repentino, il custode della quinta casa evita l'affondo, ma il tentacolo trapassa completamente una colonna di pietra alle sue spalle, mostrando la sua terribile forza distruttiva, la stessa che permette a Raimi di muoversi rapidamente nel sottosuolo. Fallito il primo colpo, Raimi si prepara ad attaccare di nuovo, ma Aiolia inizia a bruciare il suo cosmo ed afferma "Ora ti mostrerò la vera forza del leone !". Per alcuni istanti, i tentacoli sembrano resistere al potere del cavaliere, poi però l'energia di Aiolia ha il sopravvento, ed il Worm's Bind va in pezzi, con immensa sorpresa di Raimi. Lo spectre lancia il tentacolo rimastogli contro il nemico, ma Aiolia lo intercetta in aria, e tirando con forza fa uscire Raimi dal sottosuolo e lo lancia contro una colonna. Lo spectre cade violentemente a terra, ed Aiolia lo colpisce con un calcio, seppellendolo. Dopo qualche attimo, Raimi si rialza, dicendo che i suoi tentacoli vengono rigenerati dalla terra, e lancia di nuovo il Worm's Bind, ma Aiolia risponde col suo Lightning Plasma, che distrugge il nemico. Istanti dopo, Shiryu entra nella casa e chiede notizie degli spectre. Aiolia risponde dicendo di averne uccisi sei, ma quando Shiryu si appresta ad inseguire gli altri, il cavaliere lo ferma, dicendo che fra quegli uomini ce ne solo alcuni che entrambi conoscono. Il custode della quinta casa non sa perché stiano percorrendo le scale delle dodici case, ma è certo di aver riconosciuto i loro cosmi. Intanto, gli spectre hanno raggiunto la casa della vergine, dalla quale non proviene alcun cosmo. Gigant ipotizza che Shaka sia morto lottando con Saga, ma quando gli altri spectre si preparano a proseguire, li ferma, dicendo che fra di loro si sono infiltrati dei nemici. Lo spectre osserva i compagni, poi ordina ad uno di loro, Cube, di togliersi la maschera. Pur esitando, Cube sta per obbedire, quando, seduto in meditazione ed avvolto da un'aura luminosa, appare Shaka della Vergine.

Glossario: Chifuku (Terra nascosta): Terra latente. Worm's Bind (Groviglio di vermi): Incatenamento di vermi

Manga: Il capitolo è presente nel manga n 31 Granata e n 21 Shot

La logica, questa sconosciuta: Gigant dice che il compito di lui e gli altri spectre è di non lasciar fuggire Saga e gli altri, "in modo che non riescano a prendere la testa di Atena", ma è il contrario, loro devono controllare che prendano la testa di Atena. Aiolia dice che nessuno può usare il teletrasporto al grande tempio, ma questo non spiega come gli spectre siano apparsi alla quarta casa senza passare dalla prima (altrimenti Mu o Doko li avrebbero visti). Inoltre, nel n 10 del manga, Phoenix si materializzava direttamente alla sesta casa dall'isola di Kanon, e nel n8 Mu appariva davanti alla seconda casa. C'è un errore nel ritrovamento dei tre cadaveri da parte di Mu: gli spectre corrono in gruppo, e quindi gli altri avrebbero dovuto notare la morte dei tre compagni. Inoltre, Shiryu precede Mu nella corsa, quindi dovrebbe essere il primo a trovare i corpi. Quando, a pagina 15, Aiolia è avvolto dal Worm's Bind, il suo elmetto è chiaramente visibile vicino al suo piede sinistro, ma a pagina 17, e nelle successive, è scomparso. Alcuni degli spectre che arrivano alla sesta casa non assomigliano affatto a quelli che avevano lasciato la quinta.

Note: "Aiolia del leone... è davvero come un leone d'oro che mostra le sue zanne". Dopo diversi capitoli incentrati su Mu, l'azione si sposta su Aiolia, che fa sfoggio della sua potenza distruggendo facilmente sei spectre. Il tutto comunque serve per lo più a far da preludio alla grande battaglia della sesta casa. Anche se non li ha incontrati di persona, Aiolia sa che Saga, Shura e Camus sono tornati come spectre, ma comunque sembra non avere problemi a combattere contro di loro (forse prova ancora risentimento nei confronti di Saga per la morte di Aioros). Nel capitolo non vediamo la meridiana, ma il tempo impiegato da Shiryu per raggiungere la quinta casa suggerisce che la battaglia è stata abbastanza breve.