SAINT SEIYA N21

LE 108 SFERE

(I 108 GRANI DEL ROSARIO)

 

Personaggi Presenti: Shaka, Gigant, Saga, Shura, Camus, Aiolia, Shiryu, Spectre vari.

Data: Incerto. Notte tra 25 e 26 Novembre circa

Lunghezza: 20 pagine

"Benvenuti nel palazzo della vergine, specter ! Per voi il mio volto rappresenta la vostra messa funebre... andate all'altro mondo senza perdere la strada !" dichiara Shaka ai nemici. Irritati da tali parole, gli spectre attaccano il cavaliere d'oro, ma i loro colpi si infrangono sulla barriera difensiva eretta dal custode della sesta casa. Gigant intuisce che dopo lo scontro con Saga, Shaka ha usato quella barriera per nascondere il suo cosmo, ed è per questo che tutti lo credevano morto. Improvvisamente, Shaka impugna un rosario buddista e, dopo aver affermato "Akuryo Taisan" (vedi glossario), lancia il colpo Tenkuhaja Chimi Moryo. Immediatamente, delle creature demoniache appaiono in aria, pronte ad avventarsi sugli spectre. Shaka spiega che il suo rosario buddista è composto da 108 sfere, ciascuna delle quali rappresenta un desiderio terreno, e quindi uno spectre. Quando uno spectre muore, una delle sfere del rosario cambia colore. Shaka mostra che già 11 sfere hanno cambiato colore, segno che già 11 spectre sono morti alle dodici case, e poi afferma "presto le sfere di un numero pari al vostro cambieranno colore...". Detto ciò, Shaka lancia il Tenkuhaja Chimi Moryo, ed i demoni si avventano sugli spectre. Improvvisamente però, i demoni scompaiono, segno che qualcuno ha spezzato l'attacco. Gli spectre non capiscono chi sia stato, ma ad un tratto, Cube si fa avanti. Nell'osservare il nemico, Shaka lo riconosce, sebbene il suo cosmo fosse scomparso alla casa del cancro. Senza esitare, Cube si lancia contro il nemico, immediatamente seguito da due compagni, Mils ed Oks. I tre attaccano insieme e, sebbene il colpo sembri infrangersi sulla barriera, un sottile rivolo di sangue compare sul volto di Shaka. Nel pulirsi la ferita, Shaka si riferisce ai nemici come "ex gold saint", e poi distrugge le loro surplici col potere del suo cosmo. I tre sono Saga, Camus e Shura, con indosso le armature d'oro nere. Intanto, mentre sulla meridiana il sesto fuoco si assottiglia, alla quinta casa, Aiolia dice a Shiryu che Shaka ha intenzione di sacrificarsi per fermare i tre nemici.

Glossario: Akuryo Taisan (Fuga delle anime malvagie): Allontanatevi, spiriti maligni. Tenkuhaja Chimi Moryo (Conquista del cielo dei mostri malvagi): Cielo che conquisti il male, libera i mostri maligni.

Manga: Il capitolo è presente nel manga n 31 Granata e n 21 Shot

La logica, questa sconosciuta: Al termine del capitolo, si vede che il quinto fuoco della meridiana si è spento, e che il sesto si è molto indebolito, ma questo significa che Mu sta correndo da almeno un'ora sulle scale e non ha ancora raggiunto la quinta casa. Come già notato nel capitolo precedente, Saga, Shura e Camus non avrebbero in alcun modo potuto prendere il posto di Cube, Oks e Mils senza essere notati dagli altri spectre. Inoltre, sebbene i tre spectre siano stati uccisi con un colpo solo, e portino sul corpo i segni dell'attacco, le loro surplici sono intatte. L'unica spiegazione è che i tre si siano tolti le surplici prima di essere colpiti, ma questo non ha senso.

Note: "Benvenuti nel palazzo della vergine, specter ! Andate all'altro mondo senza perdere la strada". Un capitolo particolarmente breve, che serve da preludio al successivo, il cui pregio maggiore è il far ricomparire finalmente Saga e compagni. Una spiegazione a parte merita il rosario dalle 108 sfere. E' convinzione buddista che esistano 108 desideri terreni che spingono gli uomini a comportarsi male. Liberandosi da questi desideri, una persona può raggiungere l'illuminazione è diventare un santo. A quanto pare, ad ogni spectre corrisponde un desiderio terreno, e quindi uccidendo uno spectre, questo desiderio scompare. A ciascuna sfera (o grano) del rosario di Shaka, corrisponde un desiderio, e quindi uno spectre. Ogni volta che uno spectre muore, un desiderio scompare, ed una delle sfere cambia colore, quindi quando tutte le 108 sfere saranno cambiate di colore, vorrà dire che tutti i 108 spectre sono morti, e che quindi tutti i desideri terreni sono scomparsi. Sul rosario di Shaka sono già cambiati i colori di 11 sfere, ed infatti sono 11 gli spectre morti fino ad ora alle dodici case: Niobe (ucciso da Aldebaran), Papillon (ucciso da Mu), Raimi e cinque compagni (uccisi da Aiolia), Cube, Oks e Mils (uccisi da Saga, Shura e Camus). Saga, Shura e Camus sembrano aver gettato via gli elmetti nell'indossare le surplici rubate. Il titolo del capitolo, "Le 108 sfere" è erroneamente scritto "Le 108 stelle" nel sommario del manga. In alcune vignette, come a pagina 48, sono visibili alcuni caratteri giapponesi vicino al testo.