SAINT SEIYA N21

LO AFFIDO AD ATENA

(POESIA PER ATHENA)

Personaggi Presenti: Saga, Shura, Camus, Aiolia, Shiryu, Mu, Milo, Kanon, Atena.

Data: Incerto. Notte tra 25 e 26 Novembre circa

Lunghezza: 36 pagine

Shura, Saga e Camus piangono alla vista del rosario buddista, tutto ciò che è rimasto di Shaka. Fra le lacrime, i tre si apprestano a rivelare la verità sulla loro missione, ma all'improvviso Kanon nota che una Fairy sta volteggiando sopra di loro, segno che Hades li sta ancora controllando. Consapevoli di ciò, i tre escono dal giardino e tornano nella sesta casa, dove Mu, Aiolia e Shiryu li stanno aspettando. Per lunghi secondi i due gruppi si osservano in silenzio, poi Saga porge a Mu il rosario, come ricordo di Shaka. Dopo un istante di esitazione, Mu afferra l'oggetto e lui e Saga si guardano negli occhi. A questa visione, un fremito di rabbia attraversa Aiolia, che dopo aver ordinato a Mu di spostarsi, colpisce uno ad uno i tre nemici con dei pugni micidiali, atterrandoli. Furioso, Aiolia dice loro di attaccarlo insieme come hanno fatto con Shaka, e quando i tre non reagiscono, brucia il suo cosmo e grida "tornate all'altro mondo e chiedete perdono a Shaka !", per poi lanciare il suo colpo più forte, il Lightning Bolt. Sorprendentemente però, Mu blocca il braccio del compagno, e gli dice che non è necessario uccidere Saga e gli altri, che sono già ridotti male a causa del Tenbu Horin. Mu continua dicendo che è stato Shaka stesso a scegliere di morire, e si chiede se la sua morte non nasconda un significato più profondo e misterioso, ma Aiolia libera il braccio, stanco di ascoltare il compagno, e afferma che per lui chi non agisce di fronte ad un amico ucciso, non è neppure un uomo. Deciso a vendicare Shaka, Aiolia lancia il Lightning Plasma contro i tre nemici, ma incredibilmente Saga ne blocca il potere con le mani. Il cavaliere di Gemini afferma di condividere i propositi di vendetta di Aiolia, ma aggiunge che non può ancora lasciarsi sconfiggere, e che nelle quattro ore rimaste lui e gli altri devono raggiungere Atena, anche strisciando se necessario. "Chi prova ad ostacolarci, chiunque esso sia, faremo come abbiamo fatto con Shaka... lo uccideremo per andare avanti !" conclude Saga. Improvvisamente però, dal fondo della sesta casa appare Milo che, desideroso anche lui di vendicare Shaka, getta via il mantello, deciso a massacrare i nemici. Intanto, spinti dal vento, i petali dello Sharasoju raggiungono Saori, ora in piedi davanti alla statua di Atena. Nell'osservarli, la ragazza si chiede cosa volesse dirle Shaka con la sua morte. Alla sesta casa, Saga, Camus e Shura sono ora intrappolati con Milo da una parte, Aiolia, Shiryu e Mu dall'altra. Senza esitare, Milo lancia le prime tre Scarlet Needle contro i nemici, che crollano a terra. Mentre i tre si rialzano a fatica, Milo dichiara che non poteva restare alla casa dello Scorpione dopo la morte di Shaka, e subito dopo lancia di nuovo lo Scarlet Needle. Milo continua dicendo che di solito lo Scarlet Needle lascia il tempo per decidere se arrendersi o morire, ma per dei traditori come Saga e gli altri c'è solo la morte, e quindi attacca una terza volta. Ormai i nemici hanno subito 14 cuspidi a testa e manca loro solo il colpo di grazia, Antares. Quando però il cavaliere dell'ottava casa si appresta a sferrare l'attacco finale, Saga si rialza. Mu fa appena in tempo a gridare a Milo di stare indietro che il cavaliere di Gemini travolge il nemico con il suo attacco mortale, la Galaxian Explosion. Milo viene centrato e sbatte contro la parete, ma grazie all'avviso di Mu è riuscito ad evitare di subire la piena potenza del colpo. Davanti a lui, Shura, Camus e Saga si sono rialzati, e quest'ultimo ripete ancora una volta che chiunque cercherà di fermarli, morirà. Stupefatto, Milo si chiede da dove i tre, che sono privi di quattro sensi e che hanno subito il Lightning Plasma e 14 cuspidi, traggano la forza per reggersi ancora in piedi. Improvvisamente però, i tre cavalieri decaduti assumono nuovamente la posizione che prelude all'Atena Exclamation. Alla statua di Atena, Saori ha letto la scritta Arayashiki lasciata da Shaka sui petali, e, compreso finalmente il significato della morte del cavaliere d'oro, decide di prendere una decisione concreta. Intanto, alla sesta casa, Saga e gli altri, che ormai sono al limite delle forze e si reggono in piedi solo grazie al cosmo, affermano di essere pronti ad usare di nuovo l'Atena Exclamation per spianare la strada dai nemici. Milo però risponde che anche loro sono in tre, ed infatti anche lui, Aiolia e Mu assumono la posizione dell'Atena Exclamation. Mu afferma che far scontrare due Atena Exclamation è un'assurdità, perché tutto il grande tempio verrebbe distrutto nell'esplosione, ma Saga replica che in questo modo lui e gli altri non avranno bisogno di uccidere Atena. Stanchi di discutere, i due gruppi lanciano l'Atena Exclamation.

Glossario: Scarlet Needle (Cuspide Scarlatta): Ago Scarlatto. Galaxian Explosion (Esplosione della Galassia): Esplosione della Galassia

Manga: Il capitolo è presente nel manga n 32 Granata e n 21 Shot

La logica, questa sconosciuta: Saga, Camus e Shura sembrano pronti a confessare a Shaka le loro vere intenzioni, ma allora perché non lo hanno fatto quando il cavaliere gliele ha chieste nello scorso capitolo ? Quando Milo lancia lo Scarlet Needle, Saga e gli altri vengono colpiti da 3 cuspidi la prima volta, da 3 la seconda volta e da 2 la terza, quindi mancano ancora sei colpi prima di usare Antares.

Note: "Chi prova a ostacolarci, lo uccideremo per andare avanti !". Ancora un capitolo impressionante, in cui il ricordo di Shaka, non fisicamente presente, è dietro ogni scena. Incredibile la tenacia mostrata da Saga, Shura e Camus che, come afferma anche Milo, hanno ancora la forza di lottare dopo il Tenbu Horin, il Lightning Plasma e 14 Scarlet Needle. Molto belle le scene fra Mu ed Aiolia, che sono quasi una diretta continuazione del n 17 del manga, quando il cavaliere di Leo voleva accorrere in aiuto di Seiya e gli altri, impegnati contro Poseidon. Per la prima volta nel manga, Aiolia sta per usare il Lightning Bolt. Purtroppo non lo vediamo in azione, ma dal nome è probabile che sia una versione concentrata del Plasma, un po' come il Fulmine e la Cometa di Pegasus. La Fairy che appare in questo capitolo è probabilmente quella sopravvissuta alla Star Light Extincion nel numero scorso. In due occasioni, Saga ripete che sono rimaste 4 ore per uccidere Atena, quindi la battaglia con Shaka è durata circa due ore e mezza (subito prima che lo scontro iniziasse, il sesto fuoco si stava indebolendo sulla meridiana). Mu, Aiolia e Milo sembrano non esitare ad usare l'Atena Esclamation (forse utilizzarlo contro tre nemici anziché uno solo è permesso). In due occasioni (a pagina 157 e, molto più chiaramente, a pagina 171) sono visibili dei simboli o della punteggiatura giapponese. Questo è l'ultimo capitolo del n21 del manga. In appendice la scheda tecnica di Raimi di Worm.