EPISODIO N61

UN AIUTO INASPETTATO

O RESA O MORTE! FINCHE' QUESTE ALI MI SORREGGERANNO

Disegnatori Masahiro Naoi, Naoto Ochiai.

Personaggi presenti: Scorpio, Cristal, Pegasus, Sirio, Andromeda, Asher, Geki, Aspides, Black, Ban, Mylock, Mur, Kiki, Isabel, soldati.

Scorpio lancia le sue onde paralizzanti contro il nuovo venuto. Stranamente però il colpo non ha effetto su Cristal, che reagisce bloccando a sua volta Scorpio con gli "Anelli del Cigno". Fatto ciò, Cristal affida Andromeda ai due amici, esortandoli a lasciare a lui Scorpio ed andare alla nona casa. Riluttanti, i due cavalieri obbediscono. Frattanto ai piedi della prima casa Kiki e Mur stanno ancora vegliando sul corpo di Lady Isabel quando vedono accorrere Mylock, con in mano una spada di bambù ed inseguito da una schiera di soldati. Uno di loro spiega a Mur che Mylock si è introdotto nel Grande Tempio e per questo deve essere ucciso, e con lui anche Lady Isabel. Stranamente, Mur mostra di non voler intervenire, ed anzi, ignorando le proteste di Kiki, si teletrasporta all'ingresso della prima casa. Riluttante, Kiki lo segue, mentre Mylock, dopo aver sconfitto alcuni soldati, viene bloccato. Due guardie si avvicinano al corpo di Lady Isabel ed una di loro alza la lancia per trafiggerla, ma all'ultimo istante il colpo è fermato dalla mano di Asher, cavaliere dell'Unicorno. Contemporaneamente appaiono anche Geky dell'Orsa, Idra di Aspides, Black il lupo e Ban del leone minore. In pochi minuti i cinque cavalieri mettono in fuga i soldati, mentre alla prima casa Mur spiega a Kiki che anche loro sono cavalieri di Atena, proprio come Pegasus. Mylock rimprovera i nuovi venuti per la loro lunga assenza, ma i cavalieri si giustificano spiegando che dopo la Guerra Galattica, Lady Isabel li aveva inviati dai rispettivi maestri a perfezionarsi. All'ottava casa, Scorpio frantuma con un gesto gli anelli del Cigno e fronteggia il suo nuovo avversario lanciando nuovamente le onde ipnotiche. Anche stavolta il colpo non ha effetto, e guardando più attentamente Scorpio nota che il corpo di Cristal è difeso dai suoi anelli ghiacciati. Scorpio decide allora di usare la cuspide scarlatta, mentre Cristal si prepara ad usare la polvere di diamanti. Entrambi i cavalieri scagliano i loro colpi, e dopo alcuni istanti il corpo di Scorpio è imprigionato nel ghiaccio. Cristal crede di aver vinto, ma Scorpio si libera facilmente, e contemporaneamente il cavaliere del Cigno nota un minuscolo foro nel pettorale dell'armatura. Cristal cerca di muoversi, ma la ferita lo paralizza, ed allora Scorpio può scagliare una seconda cuspide scarlatta. Cristal cade a terra per poi rialzarsi subito, ma Scorpio lancia altre cuspidi, atterrandolo nuovamente. Fra un attacco e l'altro, Scorpio chiede a Cristal di arrendersi, ma inutilmente. L'eroe infatti si rialza dopo ogni colpo e reagisce scagliando a più riprese la Polvere di diamanti, ma ciononostante subisce ben presto quattordici cuspidi scarlatte senza poter far nulla. Le cuspidi lo colpiscono alle gambe, al torace, una anche al collo, ma anche se il cavaliere non vuole arrendersi, la fine è per lui vicina. Le cuspidi infatti sono in totale quindici, e nessuno può sopravvivere a tutti i colpi "Quindici punture come quindici stelle! Di quindici stelle è infatti composta la costellazione dello scorpione, di quindici punture è la sua stretta mortale!". Cristal è ormai paralizzato a causa dei colpi quando Scorpio si prepara a lanciare l'ultima cuspide, il cui nome è quello della stella principale dello scorpione, Antares. "Antares è negl'incubi dei miei nemici come il fatale colpo di Scorpio!" urla il cavaliere d'oro nell'attaccare, ma all'improvviso il guerriero si rende conto di non potersi più muovere. Le sue gambe sono infatti intrappolate nel ghiaccio provocato dalle continue Polveri di diamanti lanciate da Cristal, che Scorpio non è riuscito a ribattere come credeva. Approfittando dell'immobilità del suo avversario, Cristal l'attacca con il suo colpo più forte "L'aurora del nord", travolgendolo.

Censure Mediaset: Nessun taglio in questo episodio.

Dati originali: Scorpio: Scorpio Milo. Onde di Scorpio: Restriction. Cuspide Scarlatta: Scarlet Needle. Anelli del Cigno: Koliso. Criniera dell'Unicorno: Unicorn's Gallop

Manga: L'episodio è tratto dal n10 del manga. Manca il flashback dei tentativi di Sirio e Pegasus di liberare dal sarcofago di ghiaccio. Ovviamente diversa la scena della prima casa, visto che Mylock è insieme a Lady Isabel sin dall'inizio, mentre non appaiono Mur e Kiki. Lo scontro di Mylock (che sta per provare ad estrarre la freccia da solo) con i soldati è molto più breve, mentre ci sono piccole differenze nel combattimento degli altri cinque cavalieri di bronzo (ad esempio le zanne di Idra si conficcano nella testa di un soldato, non negli occhi come nell'anime). La scelta di Asher e gli altri di tornare dai loro maestri, appare molto più drammatica, visto che sono tornati spontaneamente in luoghi simili all'inferno.

Videocassette: L'episodio è presente nelle cassette n12 Yamato e n30 DeAgostini

Fonti: La costellazione dello Scorpione giace nell'emisfero sud ed è formata da molte stelle brillanti, fra cui Antares, la principale. La costellazione, che comprende anche due ammassi visibili ad occhio nudo, raffigura abbastanza bene l'animale da cui prende il nome. Il nome Milo è quello di un'isola Greca nell'arcipelago delle Cicladi. L'unico centro abitato, Milos, si trova in un'insenatura nella parte settentrionale. Nel 1820 sull'isola fu rinvenuta la celebre Venere di Milo, tuttora esposta al Louvre.

La logica, questa sconosciuta: Quando Pegasus e Sirio si alzano, il primo è alla destra di Cristal ed il secondo alla sua sinistra. Nell'immagine successiva, le loro posizioni sono invertite, ma in quella seguente tornano come prima. Il fatto che Cristal sia immune alle Onde di Scorpio non dovrebbe destare eccessivo stupore, visto che, dopo un'iniziale paralisi, anche Sirio e Pegasus erano riusciti a muoversi ed attaccare. Mylock era venuto in Grecia insieme ai cavalieri, quindi dove è stato fino ad ora? Gli abiti di Mylock sono di colore diverso rispetto al 41 episodio. Kiki, visti i suoi poteri di telecinesi, avrebbe potuto aiutare Mylock contro i soldati. Scorpio mostra di potersi liberare facilmente degli Anelli del Cigno, quindi perché lascia passare Sirio e Pegasus? Per due volte in questa puntata Cristal congela Scorpio, pur non avendo ancora raggiunto lo zero assoluto. A questo proposito va però notato che in entrambi i casi il cavaliere imprigiona il nemico in una morsa di ghiaccio, e quindi congela l'aria che lo circonda piuttosto che la sua armatura d'oro. Scorpio dice che a volte gli è bastata una cuspide per uccidere il nemico, contraddicendo quanto aveva detto nello scorso episodio a Pegasus e Sirio. Le crepe sullo schienale di Cristal vanno e vengono a seconda delle immagini. Quando Cristal subisce la prima cuspide dice che è apparso un minuscolo foro nella parte inferiore dell'armatura, ma la zona in questione è il lato destro del pettorale, lo stesso punto in cui sono stati colpiti Sirio e Pegasus nell'episodio precedente, che è la parte superiore.

Note: "Hai tempo, Cristal, per decidere se vivere o morire fino alla prossima puntura!" La prima vera battaglia di Cristal è un bellissimo episodio, ben disegnato dal "vice Araki" Naoi (il cui stile è sempre più vicino a quello del maestro) e con ottime prestazioni dei doppiatori Rosa ed Invernici. Gli Anelli del Cigno sono una tecnica che Cristal usa solo in rare occasioni. Li avevamo già visti nel 11 episodio, contro Cigno Nero. Più o meno allo stesso periodo risale l'ultima apparizione di Asher e gli altri cavalieri di bronzo. I cinque erano stati facilmente sconfitti negli episodi 2, 3, 5 e 7, in seguito ai quali hanno deciso di tornare ai rispettivi luoghi di addestramento. A questo proposito, sappiamo che Geki viene dal Canada, Asher dall'Algeria e Black dalla Liberia. A quanto pare, in qualche modo Asher, Aspides e Geki hanno riparato le loro armature. E' chiaro che i cinque cavalieri sono comunque rimasti in contatto con Isabel, visto che sono arrivati direttamente al Grande Tempio e sanno che la fanciulla è Atena. Evidentemente Mur, che sa di loro e della Guerra Galattica, aveva avvertito i loro cosmi avvicinarsi. Rispetto ai primi episodi, la freccia di Beteljuse è scesa più in profondità. In qualche modo, Mylock sa della corsa dei cavalieri per le dodici case. I soldati che inseguono Mylock confermano quanto detto dai loro compagni a Castalia nel 51 episodio, ovvero che c'è una severa punizione (la morte) per chi entra nel Grande Tempio senza permesso. Mylock conosce la disciplina orientale del kendo, che al giorno d'oggi si esercita appunto con una spada di bambù. Asher afferma che lui ed i compagni vengono da Nuova Luxor, quindi è li che i cinque si sono riuniti prima di partire per Atene (probabilmente qualche ora dopo la partenza di Isabel e gli altri). Il cavaliere d'unicorno ha sentito parlare delle imprese di Pegasus e, nonostante gli screzi passati, parla di lui come di un amico. L'immagine in cui Scorpio lancia le sue onde paralizzante proviene dalla scorsa puntata. Cristal riceve le cuspidi al torace (2), al collo (1), all'addome (2), alla gamba destra (5) ed alla gamba sinistra (4). E' possibile che quei punti coincidano con la disposizione dei principali gangli nervosi del corpo, e questo spiegherebbe l'effetto paralizzante della cuspide, ma l'impressione finale è che siano disposti come le quindici stelle dello scorpione. In questo senso, le tre punture al torace ed al collo rappresentano la testa dell'animale, quelle alle gambe la coda. E' comunque interessante notare che nessuna cuspide colpisce alle spalle o alle braccia. Scorpio, che ha chiaramente già ucciso molti nemici in passato, afferma che a volte sono bastate solo cinque cuspidi, ed a volte soltanto una. In alcune immagini l'armatura del cigno è incrinata anche sulla schiena, in corrispondenza dei punti del torace in cui Cristal ha ricevuto le cuspidi scarlatte, che quindi lo avrebbero attraversato da parte a parte. Sono presenti immagini del 59 episodio.

Galleria immagini