SAINT SEIYA EPISODE G N5

SPECIALE: LE ALI D'ORO

Personaggi Presenti: Aiolos, esercito di Ra.

Data: Ignoto, precedente a Marzo 1979.

Lunghezza: 8 pagine a colori.

In Egitto, i soldati dell'esercito di Ra, Dio del Sole, cercano di riorganizzarsi dopo l'attacco di un nemico che, da solo, sta sfondando le loro file. Tale nemico è Aiolos del Sagittario, un cavaliere d'oro di Atene. I soldati egizi concentrano l'energia nelle loro spade del sole, irradiando dei raggi capaci di generare un calore intensissimo. Rendendosi conto che il calore supera il milione di gradi, Aiolos reagisce e, bruciando il suo cosmo, reagisce con il suo colpo segreto Infinity Break. Una moltitudine di frecce di luce si abbatte sui guerrieri nemici, eliminandoli tutti. Nel proseguire, Aiolos riflette su come il suo animo sia interamente devoto ad Atena, nel cui nome combatte al fine di portare la pace sul mondo, e su come il suo cosmo continuerà a perdurare anche dopo la morte a questo scopo.

Glossario: /

Manga: Il capitolo è presente nel manga n 9 Manga Planet.

La logica, questa sconosciuta: Un milione di gradi è la temperatura che si trova all'interno di una stella, generandola in un'area ridotta i soldati Egizi dovrebbero finire immediatamente carbonizzati, come pure Micene e l'armatura d'oro.

Note: "Atena è il nome di colei che difendo, e io sono Aiolos, cavaliere d'oro del Sagittario". Un capitolo che sarebbe apprezzabile se inserito in un contesto sensato, ma che così appare abbastanza insignificante, e complica ulteriormente la continuity inserendo una seconda guerra con le divinità Egizie con motivazioni, eventi e conseguenze destinati a restare ignoti. Se non altro, stavolta la battaglia è con dei semplici soldati e non con una divinità, quindi la facile vittoria del cavaliere è comprensibile. Ra sembra avere l'equivalente di un Grande Tempio, visto che si intravedono delle fortificazioni, anche se rudimentali, ed una statua del Dio, raffigurato con il volto di profilo come da tradizione Egizia. I soldati di Ra hanno delle uniformi verde scuro in stile Egizio con decorazioni d'oro e sono armati con spade dello stesso materiale. Queste armi, chiamate Spade del Sole, possono canalizzare e lanciare potenti fasci di calore, la cui temperatura supera il milione di gradi. Non è chiaro però se tali raggi siano generati dal cosmo dei soldati, che in questo caso sarebbero molto più forti dei parigrado Greci, o se vengano prodotti dall'arma stessa. Inoltre, il milione di gradi potrebbe essere raggiunto solo lanciando molti raggi insieme, e prese singolarmente le armi potrebbero essere più deboli. Dopo lo speciale con Ioria e Anubi nello scorso numero, questo è il secondo combattimento tra un cavaliere d'oro e l'Egitto. E' infatti improbabile che i due speciali facciano parte della stessa guerra, visto che nel precedente Ioria sembrava molto forte, tanto da sconfiggere un Dio con un colpo solo, mentre in quest'epoca dovrebbe stare ancora ricevendo l'addestramento. Purtroppo, anche in questa occasione i dettagli della guerra sono sconosciuti. Quando Micene avanza, sono evidenti sulla sua armatura le numerosissime gemme azzurre che Okada inserisce praticamente ovunque, e si può anche notare che il mantello è fissato tra ali e coprispalle. Per la prima volta vediamo il colpo segreto di Micene chiamato Infinity Break, con cui il cavaliere genera una moltitudine di frecce di luce, simili a quelle di Betelgeuse ma più potenti e capaci di volare in traiettoria curva. Molto probabilmente, Micene può dirigere mentalmente le frecce, altrimenti la tecnica risulterebbe mortale anche per dei possibili alleati nelle vicinanze. Si tratta del secondo colpo speciale del cavaliere se consideriamo anche l'Atomic Thunderball visto solo nell'anime, ed escludendo la freccia d'oro. Il concetto del cosmo che perdura dopo la morte è relativamente nuovo ed è stato introdotto nel primo numero di Episode G, con la vicenda del padre di Lythos. In precedenza infatti, era stato stabilito che il cosmo svanisce con la morte del possessore, e per questo spesso era stato usato per indicare l'effettiva scomparsa di un personaggio. In seguito, l'OAV Overture al Tenkai ha stabilito che si può restare in vita anche dopo la scomparsa del cosmo, seppur in condizioni estremamente precarie. Ora Episode G inserisce un nuovo tassello, suggerendo che, in casi estremi, un cosmo, sorretto da una sufficiente forza di volontà, può perdurare anche per un periodo indefinito dopo la morte.