SAINT SEIYA LOST CANVAS

CAPITOLO 106 - CUORE

Personaggi Presenti: Degel, Cardia, Radamante.

Data: 1743 circa.

Lunghezza: 20 pagine in b/n.

Radamante colpisce ripetutamente Cardia, sbalzandolo senza sforzo contro le pareti ed il pavimento, e nel frattempo critica il suo stile di vita, il suo egocentrismo e la sua immaturità. Dopo una serie di colpi portati a segno, lo Spectre gli chiede se riesca ancora a muoversi, ma Cardia, alzandosi dalle macerie, lo zittisce dichiarando che ormai il fuoco del suo cuore è acceso, e poi colpisce con lo Scarlet Needle. Radamante ride dell'inutilità della tecnica del nemico, che è già riuscito ad annullare poco prima, ma improvvisamente le sue ferite iniziano a bruciare, come se l'interno stesso del suo corpo fosse in preda alle fiamme. Sorridendo, Cardia afferma che quello è lo Scarlet Needle Katakaio, e che adesso il sangue all'interno del suo corpo sta bruciando. Incredulo, il seguace di Ade gli chiede come sia possibile, e Scorpio spiega che è una tecnica diversa dal normale ago dello Scorpione, tramite la quale il calore del suo corpo si diffonde anche in quello del suo nemico. Quello che ora Radamante sta patendo, è l'immenso calore generato dal suo cuore. Radamante è sbalordito, e afferma che un cuore normale non può sopportare un tale calore, e che persino quello di Cardia dovrebbe esserne distrutto. Sorridendo, lo Scorpione risponde che proprio per questo motivo ha sempre cercato un avversario contro cui poter perdere la vita: forse alcuni giovani guerrieri sopravviveranno a questa guerra sacra e potranno crearsi un nuovo futuro, ma non è questo il suo desiderio. Ben conscio dei limiti della sua vita, Cardia vuole poter scegliere quando morire, e desidera farlo in battaglia in modo da contribuire alla vittoria finale. Bruciando il suo cosmo al massimo, il cavaliere d'oro si prepara al colpo finale, Antares, con cui convoglierà il calore ardente del suo cuore, ma anche l'aura di Radamante esplode, ed i due guerrieri si lanciano l'uno contro l'altro per il duello finale. Impegnato a inseguire Pandora, Degel avverte l'esplosione del cosmo di Cardia.

Glossario: Scarlet Needle Katakaio: Scarlet Needle Ardente

Manga: Il capitolo è stato pubblicato nel numero 25 della Panini Comics.

La logica, questa sconosciuta: Stendiamo un velo pietoso sulla logicità della tecnica di Cardia. Lo Scorpione dice che lo Scarlet Needle Katakaio è diverso dallo Scarlet Needle normale, e almeno le prime punture che Radamante aveva subito erano quelle della tecnica "comune", quindi non dovrebbero infiammarsi tutte e 14. E' mai possibile che Degel non riesca a raggiungere Pandora pur potendosi muovere alla velocità della luce?

Note: "Ormai cíè un fuoco che divampa nel mio cuore!". 6. Un capitolo abbastanza particolare, che presenta una caratterizzazione tutto sommato apprezzabile per Cardia ed una nuova tecnica per lo Scorpione. Ambo le cose però sembrano una riproposizione del duello tra Albafica e Minosse, con tanto di Scarlet Needle Katakaio che riprende fin troppo da vicino il Crimson King Thorn (lì era sangue avvelenato, qui è sangue ardente), e questo, insieme alla poca logicità del colpo segreto, svilisce un pò il tutto, facendolo scendere da molto bello a carino. Radamante, non è ben chiaro quando, ha subito ben 14 Cuspidi da Cardia, almeno una parte delle quali erano Katakaio, ovvero ardenti. Con questa tecnica, il Cavaliere d'Oro trasmette nel nemico il calore generato dal suo cuore (!), bruciandone il corpo dall'interno. Non è chiaro se Cardia possa modificare a posteriori le Cuspidi lanciate prima, mutandole da normali a Katakaio, semplicemente bruciando il suo cosmo.