SAINT SEIYA LOST CANVAS

CAPITOLO 41 - IL PIANTO

Personaggi Presenti: Aldebaran/Hasgard, Kagaho, Doko, Teneo, Saro, Serinsa.

Data: 1743 circa.

Lunghezza: 20 pagine in b/n.

Kagaho decide di sferrare il colpo finale e scatena tre Corona Blast combinati in un unico attacco, per incenerire Hasgard. Doko e gli allievi del Toro osservano con terrore il colpo dello Spectre, temendo per il cavaliere, che cerca di pararlo con una mano, venendo però spinto indietro. Hasgard è sorpreso dall'enorme potere del nemico, ma è comunque deciso a non arrendersi e, concentrando tutto il suo cosmo nella mano destra, colpisce con una forza inaudita il suolo. E' l'attacco Titan's Nova, con cui il Toro frantuma la terra, generando un'enorme onda d'urto simile ad un'esplosione. Impressionato e sbalordito, Kagaho resta immobile, usando solo le fiamme nere per proteggersi e ricevendo in pieno la potenza terribile del Nova. Quando l'attacco si placa, lo Spectre è ancora vivo, ma gravemente ferito e con la Surplice ormai a pezzi. Velocissimo, Hasgard gli si porta davanti, ma, pur potendo, non sferra il colpo di grazia, ribadendo che lo Spectre non ha un animo malvagio nonostante tutto ed è molto diverso dai suoi parigrado, avendo anche sofferto molto per cercare di proteggere qualcuno con tutto se stesso. Doko e gli altri sono stupiti da questo gesto del Toro, ma lo rispettano. Infastidito, Kagaho minaccia di uccidere Hasgard molto presto, poi si volta e vola via. Un attimo dopo, Aldebaran crolla a terra, esausto, venendo subito soccorso da Doko e gli allievi, cui ammette con allegria che non combatteva così seriamente da molto tempo. Sorretto da Doko, Aldebaran si avvia per tornare al Grande Tempio insieme agli allievi, chiedendosi a quale luogo farà ritorno Kagaho. Altrove, lo Spectre urla per il dolore e la frustrazione, mentre una luce abbagliante compare poco lontano.

Glossario: /

Manga: Il capitolo è stato pubblicato nel n 10 Italiano.

La logica, questa sconosciuta: /

Note: "Perchè tu non sei malvagio.Non so cosa tu veda nel signore degli inferi...ma per me...sei solo infuriato perchè non riesci a trovare nessuno da proteggere.L'armata infernale non fa per te." Un capitolo avvincente, che si legge molto in fretta e riesce a mostrare sia un bel combattimento che un ulteriore approfondimento sulle figure di Hasgard e Kagaho. Il cavaliere del Toro mostra una tecnica inedita, il Titan's Nova, con cui frantuma la terra concentrando l'energia nella mano e poi liberandola nel sottosuolo. Kagaho invece mostra di poter usare le sue fiamme per difendersi, e di saper combinare almeno tre Corona Blasts, triplicandone la potenza, anche se la tecnica del Toro sembra ancora superiore, visto che ne annulla l'effetto. Per la prima volta, un cavaliere d'oro inedito non muore alla fine della tranche di capitoli dedicati a lui. Pur molto danneggiata, la Surplice di Kagaho gli permette ancora di volare. Il discorso di Aldebaran a Kagaho riprende gli elementi affrontati negli scorsi capitoli, in cui il Toro ha dichiarato più volte di non avvertire malvagità nell'animo dello Spectre. Non è chiaro cosa rappresenti la luce che Kagaho vede alla fine. Il titolo originale di questo capitolo, dokoku, è l'anagramma di quello del capitolo precedente.