SAINT SEIYA LOST CANVAS

CAPITOLO 45 - LA TERRA SOTTO SIGILLO

Personaggi Presenti: Sasha, Aron, Tenma, Grande Sacerdote, Aldebaran, Pandora, Cheshire.

Data: 1743 circa.

Lunghezza: 19 pagine in b/n.

Immobile, Tenma rischia di essere trafitto dalla spada di Hades che, incurante del grido di Sasha, sta per dargli il colpo di grazia. In quel momento però qualcosa blocca il Dio, ed al suolo compare un enorme sigillo di Atena, composto da centinaia di sigilli minori. Sia Hades che Toro osservano confusi i numerosi talismani e l'uomo che li ha posti, il Grande Sacerdote, sceso di persona sul campo di battaglia per fermare il nemico. Grazie ai sigilli, Hades è improvvisamente molto indebolito, mentre Aldebaran può muoversi di nuovo. Il Dio riconosce il Sacerdote, un sopravvissuto della guerra sacra precedente, ricordando che all'epoca non era che un monello, mentre ora è un vecchio, ed intuisce che i sigilli erano stati posti in precedenza, per proteggere Atena durante la creazione della barriera. Confermando tutto, il Sacerdote si lancia all'attacco, ma Hades riesce comunque a difendersi ed a lanciarlo indietro, mostrando di avere ancora abbastanza energia per combattere. Deciso a non sprecare l'occasione propizia però, il Sacerdote unisce il suo cosmo a quello di Sasha, ed insieme i due teletrasportano altrove tutti i presenti e l'intera statua di Atena. Hades riconosce subito il posto: la torre, in estremo oriente, dove erano state imprigionate le 108 stelle maledette degli Spectre alla fine dell'ultima guerra sacra. I due sperano di imprigionare lì lo spirito di Hades, salvando quindi anche Aron, ma il Dio si limita a ridere per la loro ingenuità. In quel momento sopraggiunge una voce di donna ed un raggio di energia per poco non colpisce Sasha, che viene salvata appena in tempo da Tenma. Alzando lo sguardo al cielo, i presenti vedono una carrozza trainata da tre cavalli decapitati e guidata da Cheshire, dalla quale scende Pandora.

Glossario: /

Manga: Il capitolo è stato pubblicato nel n 11 Italiano..

La logica, questa sconosciuta: Secondo il Sacerdote, i sigilli erano presenti davanti alla statua di Atena almeno sin da quando Sasha ha creato la barriera, ma nei capitoli precedenti non c'era traccia di loro. Che fine hanno fatto Atla e Sisifo?

Note: "Se ora sigilleremo qui la tua anima,anche la Guerra Santa avrà fine!" Un capitolo abbastanza carino, se non altro per l'intervento del Grande Sacerdote che per la prima volta nella serie scende attivamente in campo. Peccato solo per l'uso eccessivo di talismani, che ricorda la prima serie di Sailor Moon piuttosto che i CdZ. Nella serie classica i sigilli di Atena, ovvero talismani a forma di pergamena con il nome della Dea in caratteri greci, sono comparsi in varie occasioni sul tridente di Nettuno, l'anfora di Atena, il cofanetto che rinchiudeva gli spiriti di Hypnos e Thanatos e la torre degli Spectre. Verosimilmente però non basta un unico talismano ad indebolire un Dio, e quindi il Sacerdote ne usa a centinaia, disponendoli in modo da formare una gabbia attorno al nemico. Nonostante la maschera, Hades riconosce il Sacerdote, forse dal cosmo, e, in quello che è un ovvio riferimento al ruolo di Sion nella serie classica, dice che è un sopravvissuto dell'ultima guerra sacra. Non viene però svelato a che costellazione appartenga, visto che non usa alcun colpo segreto per ora. La torre in Oriente è quella in cui nella serie classica sono rinchiusi i corpi degli Spectre, e che Dauko dovrà vegliare per 250 anni. Tecnicamente, sollevando la statua di Atena in questo modo, il Sacerdote ha scoperchiato la stanza segreta in cui è nascosta la Megas Drepanon di Crono. In qualche modo, Cheshire ha lasciato il Jamir, forse con l'aiuto di Pandora stessa. Sembra infatti che la Spectre sia l'assistente personale della donna, al punto da farle da auriga per la carrozza e da aiutarla a scendere. La carrozza di Pandora è simile ai cocchi regali settecenteschi ed è trainata da tre cavalli neri senza testa.