SAINT SEIYA LOST CANVAS

CAPITOLO 86 - UNITI PER VINCERE!

Personaggi Presenti: Tenma, El Cid, Yato, Yuzuriha, Sasha, Sisifo, Hakurei, Oniro.

Data: 1743 circa.

Lunghezza: 20 pagine in b/n.

Con El Cid crollato in ginocchio, ormai esausto, Tenma guarda con rabbia Oniro, il cui corpo è ancora diviso in quattro parti grazie all'ultimo attacco del Capricorno, che però non è bastato a distruggerlo. Oniro commenta la forza di El Cid, che in un attimo ha fatto a pezzi il suo corpo, ma aggiunge che ormai è allo stremo perchè per tutto questo tempo ha sopperito alla perdita della mano bruciando il suo cosmo, ed ora non ha più forze. Carico di collera, Tenma difende gli sforzi del compagno, che a costo della vita ha dato loro un'occasione per vincere, e promette che a qualsiasi costo si porterà via almeno una delle anime del Dio per impedire che chiunque altro muoia. Il ragazzo sferra le Meteore del Pegaso, attaccando Oniro con tutte le forze, ma il Dio lo respinge con il solo palmo della mano. Sempre più frustrato, Tenma si lancia incontro ad una scarica di energia di Oniro, ma in quel momento viene raggiunto da Yato e Yuzuriha, ripresisi dall'incantesimo dei sogni, che lo aiutano a contrastare il cosmo nemico. Tenma spiega loro che finchè il corpo di Oniro sarà diviso, non potrà sferrare il suo attacco più potente, ma devono agire in fretta prima che si rigeneri. Yuzuriha e Yato lo rimproverano bonariamente per aver provato a fare tutto da solo, ricordandogli che ci sono anche loro. Commosso dalla loro lealtà, Tenma unisce il proprio cosmo a quello dei compagni, ed insieme le loro aure si scontrano con quella di Oniro. Il contraccolpo però scaraventa al suolo i tre cavalieri, mentre Oniro inizia a rigenerare il proprio corpo per poter sferrare l'attacco finale. Intanto, alla nona casa, Hakurei avverte il ritorno di Atena, che fa il suo ingresso accompagnata da Sisifo. Il cavaliere d'oro chiede perdono per aver fatto preoccupare tutti, ma afferma anche che Tenma ed El Cid sono in pericolo a causa di Oniro. Sisifo ha un piano per distruggerlo, ma avrà bisogno della forza di Capricorn e del cosmo di Atena.

Glossario: /

Manga: Il capitolo è stato pubblicato nel n 20 Italiano.

La logica, questa sconosciuta: Sasha entra nella nona casa insieme a Sisifo, ma il corpo di quest'ultimo era rimasto lì per tutto il tempo, e soltanto la sua anima si trovava nel mondo dei sogni. Per di più la freccia di Sagitter è scomparsa dal corpo del Cavaliere e non ci sono crepe o danni sul pettorale dell'armatura. E' comunque possibile che quella sia la 13 e non la 9 casa visto che le immagini non sono chiare.

Note: "Allora andiamo! Verso la vittoria!" Un capitolo abbastanza inutile, apprezzabile solo per il ritorno in scena di Yato e Yuzuriha ma che per il resto non porta avanti la storia, ripetendo solo un susseguirsi di attacchi senza risultato. Contrariamente al solito, il corpo di Oniro non si è rigenerato subito, e così vediamo che le quattro anime sono nella testa, il braccio destro e due delle zampe del centauro. Secondo Oniro, El Cid ha sopperito con il cosmo alla perdita della mano, il che spiega la lama di energia che era comparsa in tutti i capitoli precedenti. Così facendo però ha esaurito le forze, già scarse a causa dell'emorragia. A causa delle morti degli altri Dei dei sogni, o del fragore della battaglia, Yato e Yuzuriha si sono svegliati. Il modo in cui tengono testa insieme all'assalto di Oniro ricorda quello di Asher e gli altri nella serie classica per proteggere Patricia, mentre il loro attacco combinato è reso graficamente come quello di Pegasus, Sirio e Cristal contro Nettuno. È suggerito tra le righe che, finchè le anime sono separate, possono essere uccise singolarmente, quindi è il solo potere di Oniro a fronteggiare Tenma e gli altri, e non quello di tutti gli Dei del sogno uniti.