SAINT SEIYA LOST CANVAS

CAPITOLO 89 - PRONTO A COMBATTERE

Personaggi Presenti: Hakurei, Sion, Doko, Sisifo, Leo, Scorpio, Acquarius, Atla, Sasha, Skeletons, Centauro, Orsa Maggiore, Cani da Caccia, Cavalieri vari, soldati.

Data: 1743 circa.

Lunghezza: 20 pagine in b/n.

Nelle stanze del Grande Sacerdote, Hakurei si è tolto i paramenti da Grande Sacerdote, pronto per andare a combattere la battaglia finale. Ripensando a Sage, sacrificatosi contro Thanatos, Hakurei promette che i Cavalieri di questa generazione non proveranno il dolore che toccò a loro oltre due secoli prima, perchè stavolta gli Dei Gemelli saranno imprigionati prima dell'inizio degli scontri. E con Thanatos sconfitto, resta solo Hypnos. In quel momento sopraggiunge Sion, che rimprovera il maestro per aver abbandonato il ruolo di Sacerdote e la guida dell'esercito, sottolineando che tutti lo credono Sage, e che il suo posto dovrebbe essere con loro. Hakurei di rimando sgrida il ragazzo per l'intromettersi nei suoi affari, ricordando che tutte le sue azioni sono per il bene del Santuario. In questo momento, il comando dell'esercito è stato lasciato a Sisifo, che si trova con tutti i cavalieri ed i soldati nell'arena del Santuario. Dopo aver raccomandato a Sion di sopravvivere, Hakurei scompare. Nell'arena, Sisifo incita le truppe, tra cui vi sono Doko, Leo, Scorpio, Acquarius e numerosi cavalieri di bronzo e d'argento, oltre ai soldati semplici. Sagitter afferma che ora invaderanno il castello di Hades in Italia, e Libra si chiede come faranno a portare l'intero esercito fin lì. Sisifo fa allora venire Atla, che pur essendo un bambino ha un'enorme capacità telecinetica, ed infatti in un attimo tutti scompaiono, ricomparendo poco lontano dalla montagna su cui si trova la cattedrale. Sisifo avverte i compagni che dovranno fare i conti con la barriera che la circonda, che riduce ad 1/10 le forze chi vi entra, ma che non possono esitare, per non rendere vani i sacrifici di coloro che sono caduti prima. Quando però l'esercito si prepara ad avanzare, Sagitter ordina loro di aspettare e restare fuori dalla barriera, perchè così ha comandato il Grande Sacerdote. Davanti alla cattedrale, numerosi Skeletons osservano l'esercito di Atena, accumulatosi ai piedi della montagna, ed una figura solitaria che la sta scalando per raggiungerli. Non appena l'uomo, nascosto da un mantello, è davanti a loro, i soldati lo attaccano, ridendo nello scoprire che si tratta solo di un vecchio. Senza nemmeno bisogno di ricorrere al suo cosmo però, Hakurei li massacra a mani nude, preparandosi ad entrare nella cattedrale.

Glossario: /

Manga: Il capitolo è stato pubblicato nel n 21 Italiano.

La logica, questa sconosciuta: Che senso ha portare in guerra anche i soldati semplici? Nello scorso capitolo Hypnos diceva che, con la caduta della sua barriera del sonno, il castello era indifeso, ma ora scopriamo che esiste ancora la barriera di Hades stesso.

Note: "Piuttosto che ad un vecchio come me, pensa alla Guerra Santa ed al tuo futuro! Sopravvivi." Un capitolo interlocutorio, ma comunque carino, che ha il pregio di mostrare l'intero esercito di Atena anzichè i singoli Cavalieri, e probabilmente apre alla seconda parte del manga, con il contrattacco. Nelle tavole di gruppo si vedono tantissimi Cavalieri, alcuni noti (Orsa Maggiore, Centauro e Cani da Caccia) ma molti altri sconosciuti, d'argento e di bronzo. Due di loro assomigliano molto a Retsu della Lince e Noesis del Triangolo, personaggi visti in Episode G, ma le armature non sono del tutto identiche ed è possibile che sia una coincidenza o un piccolo inside joke. Parimenti, una sacerdotessa indossa un'armatura identica a quella dell'Aquila salvo che per i coprispalla, quindi è incerto se sia lei o meno. Cani da Caccia tra l'altro era uno dei Cavalieri che prese parte alla fallimentare missione in Italia in cui Tenma scoprì che Aron è Hades. Tra i Cavalieri d'Oro vediamo Libra, Leo, Scorpio, Acquarius e Sagitter, ma non Gemini, la cui assenza potrebbe avere un motivo particolare. Anche Sion sembra restare al Grande Tempio, dove si trova ancora la stessa Sasha. Dicendo di voler risparmiare alla nuova generazione quel che hanno provato loro, Hakurei fa riferimento al terrore che lui e Sage vissero nel vedere i loro compagni massacrati da Hypnos e Thanatos nella guerra precedente. Per questo motivo, il loro piano è stato di sigillare prima le due divinità gemelle, e con Thanatos sconfitto è probabile che Hakurei mirerà ad Hypnos. Tra l'altro vicino al trono del Sacerdote si vede lo scrigno di un'armatura, ma essendo di spalle non si riconosce il simbolo che vi è sopra. In teoria, Hakurei dovrebbe poter indossare sia le vestigia di Cancer che quelle dell'Altare. Considerando il rispetto assoluto che Sion pretenderà dal suo allievo Mur nella serie classica, al punto da farlo inginocchiare quando lo saluta, è ironico vederlo ora litigare con il suo maestro Hakurei e accusarlo apertamente di egoismo. Rivediamo Atla, il bambino che viveva con Hakurei e Yuzuriha, che mostra ancora una volta una enorme abilità telecinetica, trasportando l'intero esercito dalla Grecia in Italia. Per rendere l'idea dell'impresa, basta ricordare che, nella serie di Nettuno, Kiki era esausto dopo aver trasportato solo se stesso per due volte. La cattedrale è protetta dalla volontà di Hades, con una barriera che riduce ad 1/10 la forza di chi si avvicina, e che comparirà di nuovo nella serie classica, in analoghe circostanze. Hakurei porta con se in battaglia la spada benedetta da Atena, con cui permise a Yato di andare a salvare l'anima di Tenma nel numero 2 (4 in Italia).