I MITI DEI PROTAGONISTI: GEMELLI

By Aledileo

1 versione

I Gemelli sono i Dioscuri del mito. Diòscuri significa "figli di Zeus" che, nella mitologia greca, sono rappresentati da Castore e Polluce, fratelli gemelli. La loro leggenda assume forme diverse a seconda dei narratori:

Leda diede alla luce due coppie di gemelli: i Dioscuri, Elena e Clitennestra. Queste ultime erano figlie del re Tindaro.

Castore e Polluce fecero parte della spedizione degli argonauti, alla ricerca del vello d'oro, e alla lotta contro Teseo, che aveva rapito la sorella Elena. Dopo quest'ultimo combattimento ottennero da Zeus l'immortalità.

Il fratello di re Tindaro, Afareo, era anche lui padre di due gemelli: Idas e Linceo. Castore e Polluce rapirono le promesse spose dei cugini e nell'imboscata che ne segui, Castore fu ferito a morte. Polluce, volendo seguire il destino del fratello, ottenne di vivere come Castore un giorno sull'Olimpo e uno nell'Ade.

2 versione

I figli di Zeus erano di stirpe dorica.

Castore, con la sorella Clitennestra, sarebbe nato da Zeus e Leda, e Polluce, con Elena, da Tindaro e Leda. Il primo era celebre come guerriero e domatore di Cavallli, mentre il secondo come pugile. Parteciparono alla spedizione degli Argonauti e ad altre imprese. Quando Castore fu ucciso, Zeus diede al fratello l'immortalità, che Polluce accettò a patto che il fratello ne fosse partecipe e che dimorassero insieme un giorno negli inferi e un giorno presso Zeus.

Nota a margine

L'incontro di gemelli nella mitologia non è rara. Anche nei Veda, il libro sacro degli arii dell'India antica, appare una coppia di gemelli, gli Aswin, che, come i Dioscuri, vengono identificati con la costellazione dei Gemelli.